giovedì 7 gennaio 2010

Chiudere un blog (trans) femminista è un crimine

Potrei rispondere all'amica che, dopo aver letto Marginalia closed, mi ha inviato mail con una frase lapidaria corredata da link - "chiudere un blog (trans) femminista è un crimine" -, che tenerlo aperto potrebbe essere se non un suicidio sicuramente una pazzia. A chiudere ci penso già da un po', è notorio, e con l'anno nuovo ci avevo fatto un serio pensierino. Ma ho saputo per le solite vie traverse (gossip telefonico, fenomeni paranormali, mail girate per errore o apposta) che quando la notizia della (presunta) chiusura si è diffusa in molt* (duole dirlo, ma non mi riferisco soltanto a coloro ai quali tante volte ho inviato da queste pagine il solito messaggio) hanno manifestato la propria soddisfazione: c'è chi ha ringraziato la Madonna, chi ha brindato con pessimo vinello, chi non è riuscit* a trattenerla per la gioia, chi ha concluso che Dio esiste. Sarà che invecchiando si diventa più permalosi* (o semplicemente più espert* nell'arte della guerra) ma sono stat* quest'ultim* a convincermi a desistere dal proposito di chiudere baracca. Non se ne abbiano a male coloro che, come l'amica di cui sopra, mi hanno scritto mail e commenti per convincermi a continuare. Chiudere un blog non equivale a sparire (almeno per me), nel caso avrei semplicemente continuato a fare quello che faccio altrove. Comunque va bene, per intanto resto qua, a presidiare il mio pezzetto di cyberspazio, magari rallenterò solo un po' i ritmi. Mi dispiace (retorica) per quell* che ci avevano sperato nel Marginalia closed. Magari più in là sarete accontentat*. Infine forse è vero, un blog può anche essere una forma di performance ...
.

11 commenti:

Annamaria ha detto...

Meno male che ci hai ripensato...

angie ha detto...

non avevo detto niente perchè pensavo avessi "chiuso" per le feste...
il mio sclero è consistito solo nel cambiare nomignolo (più internazionale)!
riposata un po'? (almeno, fisicamente): un blog non è un dovere, ma non vedo perchè non possa essere un diritto... e quelli a cui non piace, perchè lo guardano?

gioraro ha detto...

in effetti mi sarebbe dispiaciuto non leggerti più, cara marginalia...e poi un blog come il tuo è anche una forma d'incontro :)
besos e buon lavoro

Anonimo ha detto...

Sei stata e sei fonte di conoscenza. Tiro un pò il fiato sapendo che r-allenti ma non chiudi.

un saluto caro

floreana2

marginalia ha detto...

Per Annamaria: più che averci ripensato mi sono sentita "costretta" a rimanere, almeno per il momento ;-)

Per Angie: certo, un blog non è un dovere, ma in un certo senso è una "responsabilità". Una cosa che (alla lunga, insieme ad altro, può pesare)

Per Gioraro: tu avresti continuato a leggermi comunque ;-)
e certi "incontri" sono rari (e preziozi). Un abbraccio forte ... e a presto ;-)))

Per Floreana: sì, per alcuni aspetti pensi di sì. Ma sono un po' stanca (un altro dei tanti motivi per cui pensavo di darci un taglio con Marginalia) di "immolarmi" o di fare la crocerossina della situazione ...

socialista eretico ha detto...

ahaha vuoi vedere che io, antifemminista, ero più scontento che chiudevi che alcune femministe ahahaa .... se è così, fossi in te mi preoccuperei :-p


puoi fare come facevo io sul blog antifascista , mi stabilivo un calendario e non facevo il blogger ma traslavo i documenti dal reale al virtuale.

ciao

rosetta ha detto...

Ci ho pensato molto e ho capito che non era mica giusto di insistere perché tu tenessi apeto il blog e non fare niente, così mi sono rimboccata le maniche e ho preso la grande decisione:)

http://femministaquasiperfetta.blogspot.com/

rosetta ha detto...

Scusa il doppio commento, dimenticavo una cosa, se permetti vorrei dire una cosetta al tuo fedele lettore Socialista eretico che fa sempre lo spiritoso: guarda che siamo in molte ad adorare Marginalia che non ha niente di cui preoccuparsi a differenza di chi è invece incapace di accettare le sue critiche e si vive questo blog come una spina nel fianco (se ho capito uno dei problemi)

socialista eretico ha detto...

si si , io vorrei sapere chi vive questo blog come una spina nel fianco!!

qualche femminista?

su su nomi... altrimenti poi i maschilisti diranno che le donne non sono dirette ;-)

per quanto mi riguarda, io giudico marginalia una buona lettura di tradizione politica avversaria e c'è sempre da divertirsi/imparare nel leggere l'altra prospettiva (soprattutto in fase di stanca delle ideologie come questo nostro periodo storico ).

mi sarebbe dispiaciuto se v lo chiudeva ma io sono un becero maskio anti-femminista bleah.. candeggiare al mio passaggio :-p


cmq rosetta in bocca al lupo per il tuo blog, verrò a trovarti e far lo spiritoso ;-) anche da te ... sempre se non ti limiti esclusivamente a fare sessismo anti.maschile (come più di qualche femminista fa).

saluti da uno che è responsabile
delle violenze sulle contadine meridionali dell'800 e sulle donne africane di oggi ;-)

marginalia ha detto...

Per Rosetta: finalmente! Ci speravo da un po' in un tuo blog, ci ho dato un'occhiata e mi sembra proprio carino (colori, titolo ...), anche se presumo che sia ancora in costruzione. Bene, così quando deciderò di chiudere mi sentirò meno in colpa ;-)
Per il resto: certo che puoi permetterti ;-)))

Per Socialista Eretico: ma quali nomi, dai! Qui più che le polemiche ci interessano le problematizzazioni ...

Ella ha detto...

Cara Vincenza,
il nuovo anno ahimé è iniziato a Rosarno,
ma è stato bello vedere il tuo blog anche nel 2010 e sempre ricco di spunti e idee che condivido.
Grazie per continuare il tuo lavoro
baci femministi
ella de riva