sabato 20 febbraio 2010

Spettri dell'altro. Letteratura e razzismo nell'Italia contemporanea

Esce finalmente per Il Mulino una raccolta di saggi di Riccardo Bonavita, Spettri dell'altro. Letteratura e razzismo nell'Italia contemporanea, a cura di Giuliana Benvenuti e Michele Nani. Dalla quarta di copertina: "Negli anni Trenta la cultura italiana si popola di immagini, stereotipi, schemi mentali che saranno poi selezionati e amplificati dalla propaganda di regime per sostenere la campagna razzista e conferire efficacia, persuasività e immediatezza alle dottrine e alle politiche fasciste. Il libro documenta la vasta circolazione di pregiudizi, credenze ed atteggiamenti razzisti nella produzione letteraria del nostro paese tra Otto e Novecento, identificando il razzismo come pregiudizio condiviso e, insieme, ideologia da diffondere. L'analisi di un vasto corpus narrativo di romanzi e racconti dedicati alla vita nelle colonie, lo studio dell'antisemitismo nella letteratura di consumo e l'attenzione a figure esemplari come quella di Papini confluiscono nella trattazione, volta a ricostruire e interpretare le rappresentazioni letterarie italiane delle due principali figure dell'alterità: gli ebrei e le genti di colore".

Indice: 

Prefazione di A. Battistini.
- I. Ma Silvia era ariana? Quando Leopardi fu arruolato a "difesa della razza".
- II. Letteratura di destra. Il razzismo nella narrativa dell'Italia fascista.
- III. Il lungo viaggio del razzismo fascista. Un percorso nell'immaginario del ventennio.
- IV. L'amore ai tempi del razzismo. Discriminazioni di razza e genere nella narrativa fascista.
- V. Grammatica e storia di un'alterità. Stereotipi antiebraici cristiani nella narrativa italiana 1827-1938. - VI. "Una ingiustizia strana e indecifrabile". Il difficile rientro di Santorre Debenedetti e Attilio Momigliano.
- VII. La Shoah e la poesia del Novecento.
- Postfazione, di G. Benvenuti, C. Facchini e M. Nani.
- Bibliografia.
- Indice dei nomi.

0 commenti: