mercoledì 10 febbraio 2010

Per Joy, Hellen, Florence, Debby e Priscilla. E tutte le altre dannate della terra

Ricorderete tutte/i come, dopo le rivolte di questa estate nel Cie milanese di via Corelli e il processo che ne seguì, le migranti e i migranti coinvolte/i furono sapientemente sparse/i in diversi carceri della penisola. Le cinque donne - Joy, Hellen, Florence, Debby e Priscilla - per scadenza dei termini della pena, dovrebbero essere "rilasciate" venerdì 12 dai carceri di Como, Brescia e Mantova, per essere probabilmente riportate in un Cie e poi "rimpatriate" . Per chi, nonostante qui l'avessimo documentata dall'inizio, non ha ben chiara tutta la vicenda, nell'impossibilità di scrivere ora una cronistoria rinvio ai diversi blog/radio/siti (e in primis noinonsiamocomplici) che stanno seguendo la vicenda passo passo e che indicano anche gli orari e i luoghi di ritrovo per la serie di iniziative previste venerdì mattina ( e per tutta la giornata, finché bisogna) sotto i suddetti carceri (e anche, in sostegno, altrove, come a Roma). Per il resto non avanzo ipotesi e per riflessioni, analisi, bilanci, rimando , nonostante una certa urgenza, a un prossimo futuro. Il momento esige cautela, e disgraziatamente su più fronti

0 commenti: