sabato 9 maggio 2009

Memoria, rappresentazioni e uso pubblico della storia del colonialismo

Domani (in realtà già oggi, sabato 9 maggio) si terrà a Bologna (dalle 11.30 alle 18.30, in vicolo Bolognetti 2) un secondo incontro seminariale (aperto a tutti/e) nell'ambito del progetto Memoria, rappresentazioni e uso pubblico della storia del colonialismo. Contesto italiano e aspetti comparativi. Promosso da Storie in movimento e dalla rivista Zapruder, questo seminario intende dare seguito all'incontro del 14 marzo a Roma, per fissare in maniera definitiva i percorsi di ricerca interni al progetto e avviare il lavoro collettivo che verrà pubblicato nel numero 23 della rivista.

_______________

Qui l'Inno delle Colonie Italiane (1902)
.

8 commenti:

Sara94 ha detto...

Ciao! Mi chiamo Sara e ho 14anni;sono abruzzese, frequento il primo anno all'istituto professionale dei servizi sociali e sono piena di curiosità!!
Ho iniziato da poco ad interessarmi di etica, politica e morale ma non trovo mai risposte esaurienti alle mie domande.
Tutti sono superficiali nello spiegarmi molte tra le questioni più "calde" tra cui i miei professori.
Così ho iniziato a cercarmi da sola info utili sul web.
Ho trovato il tuo blog e mi sembra che tu sia una persona che le cose le spiega bene e le fa capire!
Perciò vorrei dei chiarimenti.
Sono in tante le persone che la pensano come te e loro si definiscono tutte come progressiste, comuniste, di sinistra...
Ma perchè si/vi date sempre un nome, un'etichetta?
E poi,perchè le persono "di sinistra" vorrebbere difendere i diritti dell'uomo e a questo non ci pensa la chiesa? Non è forse lei che dovrebbe interessarsi di proteggere i deboli?
E parlando dei fascisti...ma xkè inneggiano ancora ad uno di tanto tempo fa? e xkè siistra e destra sono sempre in lite? la sinistra scoraggia il pregiudizio ma evita a priori i fascisti.
Perchè è brutto essere xenofobi? io ho paura e non riesco a non averne perchè ne vedo tante nella mia scuola..Quando ero piccola non avevo paura anche perchè non c'erano stranieri a scuola.
Perchè a detta della sinistra dobbiamo sempre subire? A volte penso che la dx abbia ragione su molte cose ma sono combattuta xkè mi sempbrano cose crudeli quelle che dice.
Scusami per il disturbo!
Ciao da Sara94!

marginalia ha detto...

Sara, non disturbi ma non sono io che devo darti delle "risposte", le risposte devi cercarle piano piano da te. Dici che ci sono tante persone che la pensano come me e che si definiscono "comunisti" e mi chiedi il perché del mettersi queste etichette ...
Io non so davvero se ci sono molte persone che la pensano esattamente come me, e sicuramente io non mi sono mai data nessuna etichetta (e questo mi ha creato un sacco di problemi)
Io con la destra non ci "litigo" ma la critico, la contesto, la denuncio. Credo che questo sia legittimo in un paese che ancora si definisce "democratico". Quello che contesto alla destra (in primis) è proprio la creazione strumentale di quella paura della quale parli. La xenofobia è una cosa orrenda e dobbiamo combatterla: non c'è alcun motivo di avere paura dell'altro/a ...
torna pure a trovarmi e non volermene se non rispondo immediatamente ai messaggi. Mi dedico a questo blog nel pochissimo tempo libero che mi resta ...

Sara94 ha detto...

"La xenofobia è una cosa orrenda e dobbiamo combatterla: non c'è alcun motivo di avere paura dell'altro/a ..."

Perchè secondo te e molti, la xenofobia è una cosa orrenda?
Perchè non dobbiamo avere paura?
Perchè fidarsi cecamente degli altri quando un proverbio ANTICHISSIMO recita: "fidarsi è bene, non fidarsi è molto meglio"?
...ci sarà un motivo.
Ti pongo queste domande solo per cercare di arricchire le vie conoscenze e le mie vedute...
grazie
ciaooo

Eugenio ha detto...

Nel complesso in italia il 38% dei detenuti è straniero, nelle regioni del nord si arriva in certi casi all'85%. Tutto questo però va inquadrato in una determinata situazione: gli immigrati in italia sono se non erro poco piu di 4milioni, su 58milioni di italiani......In proporzione il 6,8% della popolazione produce il 38% di criminali, ovviamente tralasciando il nord. Perciò se una ragazza per esempio alla stazione di milano vede un uomo di origine marocchine, buono o cattivo che egli sia, ha ragione o no ad aver paura?? Dimmelo tu, in tutta onestà.

Sara94 ha detto...

Ciao Eugenio,
grazie per la statistica...è davvero molto confortante!!

ciaooo

marginalia ha detto...

Attenzione Sara, statistiche di questo tipo sono estremamente ingannevoli! Hai mai letto Tamar Pitch?

Rosetta ha detto...

Concordo con te Vi

sonia ha detto...

Ciao, volevo chiederti: sono ingannevoli perchè sono false oppure perchè ad esempio ci sono diversi tipi di reati per cui si è detenuti??Di che parla il libro che hai citato??
GRAZIE