lunedì 10 maggio 2010

I fascisti del terzo millennio, gli altri, le altre e noi

Ho ricevuto interessante mail (peccato non un commento condivisibile) in cui, tra l'altro, mi si chiede ragione del mio "silenzio" sulla vicenda della raccolta firme di Sansonetti (direttore del quotidiano Gli altri, ex L'altro) e del suo entourage, a difesa della libertà di manifestare del Blocco Studentesco/CasaPound. So che in rete tutto si consuma in fretta e la memoria è sempre più corta, ma per quanto mi riguarda, quel che avevo da dire su Sansonetti&Co ho già avuto modo di scriverlo l'anno scorso. L'articolo si intitolava Concia e l'Altro, il tono era un po' acido (come mi era stato rimproverato, sempre via mail, of course), ma diceva, credo, l'essenziale. Tra l'altro rinviavo a una bella lettera di Madri per Romacittàaperta e Maldestra, ovvero Sansonetti e i fasciofuturisti. Vale ancora la pena rileggerla. Su CasaPound ho scritto più e più volte, mi è stato addirittura rimproverato di averne scritto "troppo" (in coda trovate i link ad alcuni degli articoli). Perché perdere ancora tempo? L'unica riflessione che potrei aggiungere è che questa vicenda ha costretto ad aprire gli occhi quanti/e, ancora recentemente (per ingenuità? rapporti amicali, politici o editoriali? incapacità di cogliere sul nascere certi segnali? ... quelli che, entre nous, chiamiamo i/le "ritardatari/e"), faceva sponda in vari modi con L'altro/Gli altri. Diversamente mi ha profondamente amareggiata la decisione dell'Anpi Roma di non partecipare alla manifestazione di protesta contro la squallida esibizione del Blocco. Per chiudere dovrei scrivere qualcosa sul presunto "silenzio", media activism e vita reale, sveglie che suonano e treni che partono, ma rimando a data incerta e futura ...

(Alcuni) articoli correlati in Marginalia:

Ritratto degli estremisti di destra
Anna Paola Concia è conciata male
I perversi amori di Alemanno
Cacchine neofasciste
Onorate famiglie a destra
Taxi rosa neofascisti? No, grazie! Noi staffette postmoderne giriamo in Vulva Taxi ...
San Valentino a CasaPound, dove il nero si tinge di rosa ...
Lontano da Gaza, tra Gomorra e CasaPound
Le mamme di CasaPound
Figli per la patria ...
CasaPound Superstar
CasaPound: il volto attraente dei nuovi fascisti
Ave Italo!
Chi è veramente CasaPound
Un Italo da rottamare

1 commenti:

marco sbandi ha detto...

Nella perversa logica masochiesta del Pd e satelliti (sinistra e liberta, prc, e vicini) facendo la corte alla destra fascista la si rende piu umana e si riduce il rischio di deriva ditta- toriale.
Con questa logica il camerata D Alema ha salutato Fini come interlocutore, e pur di rendere materiale il messaggio ecco la patente a casapound, (dopo la comprensione per i ragazzi di Salo).
C'è chi tra presunt* leader lgbt e immigrati pensa di correre sul carro dei
fascisti per ottenere qualche sedia e
forse si illude addirittura di trattare
da sotto il tavolo.
Cedere ai fascisti non li rende umani,
da loro spazio per continuare a perseguitare donne, persone lgbt, rom,
immigrati e nemici politici.
Meno spazio hanno, piu si garantisce
il paese.