lunedì 1 marzo 2010

Sciopero ...

Vi lascio solo qualche link: il sito di Primo marzo, quello del Coordinamento migranti, le Dieci tesi sul lavoro migrante e un blog a caso ...

5 commenti:

carmen ha detto...

anche a Parigi.. bon!

riccardo uccheddu ha detto...

Ciao, arrivo qui dal blog di Rudy.
Purtroppo, a Cagliari l'adesione allo sciopero è stata piuttosto scarsa.
Vedo tuttavia che anche da noi i cd extracomunitari hanno un atteggiamento giustamente fiero, il che fa ben sperare.
Ciao.

marginalia ha detto...

Per Carmen: sì, sapevo! A Bologna oltre diecimila persone in corteo, tante fabbriche chiuse, bellissimo ... io purtroppo impossibilitata a partecipare. Da sabato sera (dopo un periodo super faticoso in cui ho deliberatamente ignorato i continui segnali che mi comunicavano in maniera inequivocabile di "rallentare" un po') sono ko con un qualche virus + più uno strappo muscolare alla schiena sopravvenuto durante un eccesso incontrollabile di tosse ... da non credere, fatico anche a scrivere. E comunque sono stata contenta di questo primo marzo e ... ceci est seulement le début ;-)))

Per Riccardo: benvenuto carissimo. Credo che in ogni caso, anche laddove per svariate ragioni non c'è stata un'adesione massiccia, questo sciopero sia stato un segnale importante. Credo che lascerà il segno e che a molti/e darà la forza per spingersi anche oltre ...
a presto e grazie del passaggio

carmen ha detto...

ciao vincenza!
mi spiace che tu stia male, spero sinceramente che tu ti riprenda presto! e capisco bene quando ignoriamo i segnali del corpo che ci fa toc-toc per ricordarci che esiste e che dobbiamo rispettarlo (sto pensando alla coincidenza d'aver sentito a lezione una frase del genere: "la santé c'est le silence du corps", c'est vrai!)

rispetto al primo marzo, ho guardato qualche foto in internet e sono davvero entusiasmanti certe scene.. perciò voglio credere anch'io che questo sia seulement le début!

ultima cosa che ho voglia di raccontarti, e che per me è stata una coincidenza a-s-s-u-r-d-a !
ero in metro, qui a Parigi, con amiche + una giovane professoressa (della quale seguo un seminario a saint-denis) quando scambiando qualche chiacchiera a proposito della pessima situazione in cui è l'Italia circa femminismo e studi di genere, questa prof. ci ha detto:
"si, è vero, io conosco un pò la situazione italiana ed è disastrosa, ci sono SOLO POCHE donne attive che fanno realmente qualcosa, io ne conosco una, è una cara amica e super-femminista!" a quel punto io ed un'amica ci siamo guardate un pò incredule e il pensiero è corso a te, e la prof. fa "Vincenza..vincenza" e noi: "Perilli!" "Si!"
insomma, sto parlando di Elsa Dorlin!

per me è stato veramente assurdo perché io ho "scoperto" realmente il Femminismo e gli Studi di Genere, razza, classe.. GRAZIE al lavoro che tu fai tramite al tuo blog (sai, ci sono quartieri a Napoli dove oltre a "non arrivare nemmeno la luce del sole" metaforicamente parlando, non arriva neanche tutto il resto, un autentico isolamento.. ma lungo da raccontare..)
Voglio dire che hai un'enorme fetta di "responsabilità" se sono finita qui a Parigi! ;)

per me è fantastico quando le cose e le persone cominciano a collegarsi !

ecco, volevo raccontartelo e l'ho fatto!
ti auguro buona giornata e tanta energia per riprenderti!
a prestissimo
c*

www.dariopetrolati.it ha detto...

sciopero e non è giusto usare tale parola così come se fosse di poco valore

parole che sanno di sale umiliano-almeno- senti

parole avare assai pesanti per far valere non solo diritti e parità

ecco giorni or sono all'Ospedale di Padova ho conosciuto per fortuna un uomo bellissimo-ora non stipendiato ma lavora con altissima dignità come chirurgo-ottico

Prof.Moschini nato a Roma e di laica cultura

mentre controllava i miei occhiali errati mi disse-come non so:sperava nel suo santo evidentemente-credendomi padovano

Al che mi risentii specificando che ero di Senigallia e non cittadino come il prof.credeva.

Sospese la visita il prof.Moschini e sussurrò:

ah buono quello e si riferiva a mastai ferretti che divenne Pio IX.

Fuori l'ambulatorio incontrai un signore che era stato compagno di studi del prof.Moschini-anche studioso della Repubblica Romana e di conseguenza dei fatti e misfatti del Papa senigalliese-

Allora seppi che questo medico continuava a prestare la sua opera gratuita a favore di chi ha bisogno e guai nominare la parola pensionato.

Ebbi la conferma che persone per bene-molto per bene-vivono la loro esistenza sempre dando i frutti del loro sapere.

Il 12 marzo 2009 anche il prof Moschini parteciperà assieme ai baroni-pagati però-alla manifestazione chiamata sciopero chè non crede nei valori di questa società

Non tutti sono bugiardi e ladri-
Esistono anche persone che sempre insegnano i valori della vita.

Ho voluto ricordare il prof.Moschini chè mi ha lasciato gioia e altre sensazioni che a tanti vorrei trasmettere.
Migranti o come vi chiamano : non siete soli.
dario.