martedì 13 ottobre 2015

Atlantide sgomberata, Atlantide ovunque!

Poco più di un anno fa, in una delle tante fasi di “emergenza sgombero” vissute da Atlandide , in un breve comunicato ricordavamo l’importanza di questo spazio come luogo di produzione, condivisione, circolazione di progettualità politica e sapere critico . Uno spazio che abbiamo attraversato non solo individualmente in occasione delle tante iniziative organizzate in più di un decennio di attività, ma che ci ha anche accolti come gruppo bolognese di Storie in Movimento per una delle nostre riunioni nomadiche attraverso i (pochi) luoghi “liberati” ancora presenti in questa città. All’alba di venerdì Atlantide è stata sgomberata. Nonostante l’importanza di questo luogo per una comunità larghissima di persone, che va ben oltre la «lobby gay», come l’ha definita il Merola di fine mandato. Nonostante la larghissima partecipazione alle iniziative in sue difesa dello scorso anno. Nonostante il tavolo aperto fra amministrazione comunale e i collettivi che la gestiscono. Il ritornello è sempre lo stesso: la legalità, le procedure, i servizi per i quartieri… Ma se “Atlantide deve vivere!” è stata l’affermazione che ha accompagnato, in questi anni, le tante iniziative e la petizione a sostegno e in solidarietà di questo spazio, oggi non possiamo che dire che, nonostante i mattoni che ne hanno murato l’ingresso, Atlantide vive e sempre vivrà nella determinazione delle libere individualità che l’hanno animata. 
Atlantide ovunque!
Il gruppo bolognese di Storie in Movimento – «Zapruder», http://storieinmovimento.org/2015/10/13/atlantide-ovunque/ 
(L’immagine di copertina è tratta dall’album Flickr di Zic.it, autore Michele Lapini)

0 commenti: